Separazione : la moglie tradita può lasciare la casa coniugale

Il coniuge tradito può andare via di casa senza rischiare l’addebito nella successiva separazione, se viene a conoscenza dell’adulterio del partner, perchè la convivenza è diventata intollerabile a causa delle relazione extraconiugale e non già a seguito dell’abbandono della casa.

La separazione va addebitata a quello tra i due coniugi che con la propria condotta, contraria agli obblighi che nascono dal matrimonio (tra questi l’obbligo della fedeltà) , ha determinato la fine dell’unione (Sentenza della Corte di Cassazione 7469/2017 del 23/03/2017).

Insomma non è obbligatorio vivere sotto lo stesso tetto di chi ha commesso l’adulterio.

L’onere della prova

Il coniuge che vuole addebitare la separazione all’altro coniuge andato via di casa, deve dimostrare che il tradimento era stato perdonato e che la coppia non era affatto in crisi, dimostrando al Giudice che la separazione è stata determinata unicamente dall’abbandono del tetto coniugale. In mancanza di questa prova, il coniuge che ha tradito (semprechè il tradimento sia cronologicamente anteriore all’abbandono della casa) subirà la dichiarazione di addebito.

Cosa dice la sentenza della Cassazione n.7469/2017

L’allontanamento dalla casa coniugale non costituisce “violazione del dovere di coabitazione, essendo stato determinato dalla scoperta di una relazione intrapresa dal coniuge con un’altra persona, e individuando proprio in tale circostanza la causa dei litigi tra i coniugi e dell’irreversibile crisi del nucleo familiare, con la conseguente addebitabilità della separazione al fedifrago”.

Un suggerimento pratico

La crisi della coppia non ha bisogno di essere formalizzata, secondo la Sentenza della Cassazione sopra riportata, attraverso una lettera oppure con un accordo firmato che consenta al coniuge tradito di allontanarsi. E’ possibile allontanarsi da casa senza correre alcun rischio nel successivo provvedimento di separazione anche in assenza di un accordo scritto oppure di un accordo preventivo con il coniuge fedifrago.