Foto HD Articolo Spese Separazione Ricostruzione Blog Avvocato Alberto Pelò Civile Civilista Separazione Divorzio Piacenza

Assegno di mantenimento: quali voci inserire nell’elenco delle spese

Nel giudizio di separazione uno degli aspetti cruciali è quello rappresentato dal momento in cui il Giudice deve accertare il diritto all’assegno di mantenimento. Normalmente i due coniugi hanno l’onere di produrre la documentazione completa per consentire al Tribunale competente di determinarne la misura.

Se i coniugi non producono i documenti, il Tribunale può ordinare delle indagini sulla situazione reddituale dei coniugi anche con delega alla Polizia Tributaria. La documentazione, come detto, è necessaria per determinare a chi spetta l’assegno di mantenimento a favore dei figli.

La ricostruzione delle spese

E’ opportuno che i coniugi ricostruiscano attraverso un’elenco, l’entità delle spese correnti annuali per la gestione del nucleo familiare.

Solo per fare un esempio nell’elenco vanno ricomprese queste spese:

  • spese condominiali o canoni di locazione;
  • spese di manutenzione della casa familiare e di altri immobili nella disponibilità della famiglia;
  • spese per il personale domestico: colf, baby sitter, badante;
  • bollette per le utenze;
  • IMU e tassa rifiuti;
  • spese mediche;
  • spese scolastiche;
  • spese per le vacanze estive e durante gli altri periodi dell’anno;
  • ricariche telefoniche;
  • mance ai figli;
  • spese per trasporti pubblici.